Home PageDedicato a mia madre e alla mia terra

DEDICATO A MIA MADRE E ALLA MIA TERRA

Foto Fidanzamento

Elisabetta Canzoneri è nata ad Iglesias nel 1934 ultima di 15 figli, ha trascorso l’infanzia con una madre troppo forte per una struttura piccola e fragile come Elisabetta, eppure nonostante questo, ha anche Lei, regalato alla vita e al suo Efisio, 8 figlie femmine e 2 maschi.
Fin da bambina ha appreso le fatiche e la durezza dell’esistenza, ma amava tanto la cultura e le tradizioni della sua Sardegna, anche se non ha potuto studiare, ha visto la guerra e bisognava ricostruire; amava stare con le altre donne, specie quelle che sapevano cucire, ricamare o qualsiasi cosa potesse nascere dalle proprie mani, così da loro imparava e modellava con ferri, uncinetto o aghi capi da fare indossare alle figlie e come le sue amiche gestiva figli casa e lavoro. Le responsabilità ha reso il carattere delle donne sarde forte e temprato, Elisabetta non mancava di temperamento forte che univa alla sua profonda sensibilità per il bello, raffinato, leggero ed elegante, così nasce la rivisitazione di tradizionali gioielli sardi. Racconta attraverso i suoi bijoux la sua terra, i suoi contrasti e di chi ad essa ritorna e dal racconto nasce la speranza, di ripartire da se stessi, evidenziando la passione per le proprie origini e tradizioni oltre al estro creativo.
“Considero un privilegio essere nati in Sardegna, qui sono sbarcati Fenici, Greci, Bizantini, Arabi, Catalani e tutti hanno lasciato tracce; la mia Sardegna celebrata, esaltata, amata, odiata, violata, cercata, tradita. Chi nasce in un isola sente il bisogno di partire per poi tornare, la voglia di andare restando e difendere la propria identità”.

Lascia un Commento